San Valentino, come ci ha cambiati la pandemia globale

In occasione di San Valentino, la festa dell’Amore per eccellenza, abbiamo chiesto agli utenti di Yooppe come hanno vissuto l’amore ai tempi della pandemia.

C’è chi ha perso l’amore, c’è chi ha incontrato persone nuove e c’è chi, purtroppo, è stato volutamente da solo per paura del Covid. Questa pandemia globale riempirà tante pagine di libri di storia, ma lascerà anche altrettanti ricordi nella nostra mente. 

Come è cambiato quindi l’amore ai tempi della pandemia? Lo abbiamo chiesto agli utenti di Yooppe proprio in occasione della festa dell’Amore per eccellenza, San Valentino.

Alzi la mano chi durante uno dei lockdown o quarantene non ha perso le staffe con il partner? Chi ha scoperto che i calzini lasciati per terra possono essere la scintilla per l’ennesimo litigio? Chi ha appurato che ripetere per la decima volta che la tazzina del caffé va in lavastoviglie e non nel lavello non sia un problema di udito? Saranno stati la convivenza forzata o il distanziamento sociale, ma il 27% degli utenti intervistati ha confessato di aver perso l’amore durante la pandemia

Guardiamo però il bicchiere (di Prosecco!) mezzo pieno, perché un utente su tre ha invece conosciuto persone nuove. Ma come se non ci si poteva spostare oltre i 200 metri da casa? Avranno mica tutti un cane da portare fuori? Non facciamo i boomer, suvvia. Ovviamente gli utenti hanno incontrato altri utenti… online! Prigionieri delle loro case, sono evasi virtualmente chattando (o videochattando) con persone mai incontrate prima. Il 68% degli intervistati ha usato un sito di incontri online durante la pandemia e la maggioranza continuerà ad usarlo anche in futuro.

Nonostante il Metaverso stia prendendo piede con tanto di matrimoni solo virtuali (vai a capire… e qui ci sentiamo molto boomer!), gli utenti di Yooppe cercano l’incontro reale. La motivazione che spinge di più gli utenti a iniziare un incontro online è la prospettiva di incontrare realmente quella persona (32%), seguita dal desiderio di una nuova relazione (20%). C’è chi poi vorrebbe provare ‘qualcosa di nuovo’ (24%) e chi punta all’attrazione fisica (19%). 

Perché il dating online intriga così tanto gli utenti? Al primo posto c’è la possibilità di flirtare con qualcuno che non si conosce (48%), seguita dalla possibilità di fare il primo passo e rompere il ghiaccio (35%). Il virtuale smorza infatti quell’insicurezza che si presenterebbe nella vita reale, perché con il telefonino in mano ci sentiamo più sicuri rispetto all’approccio vis-à-vis. Al 13% degli utenti piace invece l’idea di chattare con più persone… basta non far confusione tra un match e l’altro!!

Anche su Yooppe c’è la possibilità di chattare con diversi utenti. Grazie all’algoritmo, il matchmaking è cucito sugli interessi degli utenti così da trovare la persona più affine per iniziare una chiacchierata.  Le donne hanno inoltre funzionalità esclusive come il numero illimitato di inviti per iniziare una conversazione. Così le donne possono fare il primo passo quando e quante volte desiderano. 

Prova Yooppe, entra nella community amata dalle donne!